DAYANA E L’ISOLA FIORITA, di Antonia Barberi

Dayana e l'isola fiorita“Dayana e l’isola fiorita” è l’opera prima di Antonia Barberi, originaria della provincia di Reggio Calabria, insegnante di scuola primaria che vive ad Alessandria. Il libro nasce da una vicenda tragica perché Dayana è la bambina morta, insieme al padre e ad altre 30 persone, nel naufragio della nave da crociera “Concordia”. L’autrice, in un momento particolare della sua vita, nell’apprendere la notizia del ritrovamento del corpo della piccola e nel vederlo identificato con un numero, sente nascere dentro di se la necessità che questo evento doloroso venga ricordato in un modo diverso ed è così che inizia a scrivere dando voce alle sue emozioni. E come diceva Hans Christian Andersen della nascita delle sue fiabe “Mi stavano nella mente come un granello, ci voleva soltanto un soffio di vento, un raggio di sole, una goccia d’erba amara, ed esse sbocciavano”, cosi le parole nascono spontanee, una dopo l’altra, dando vita a una bellissima favola dove Dayana, con la gioia e la serenità caratteristiche dei bambini, dà l’addio alla mamma ed alla sua vita per andare incontro ad una nuova vita, insieme al padre, su di un’isola fiorita. E’ un modo particolarmente dolce, quello di Antonia, per raccontare la morte di una bambina, il passaggio da una vita ad un’altra attraverso un sogno, la bambina si addormenta e si sveglia in quest’isola popolata di fiori e animali che si prendono cura di lei e lei si affeziona così tanto da voler rimanere con loro. Un modo bellissimo per ricordare “Dayana che con la sua gioia e il suo sorriso ha fatto nascere questa fiaba”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...