IL GATTOPARDO, di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

index“Appartengo ad una generazione disgraziata a cavallo fra i vecchi tempi ed i nuovi, e che si trova a disagio in tutti e due. Per di più, come lei non avrà potuto fare a meno di accorgersi, sono privo d’illusioni” (Principe Don Fabrizio di Salina ne “Il gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

“Il Gattopardo”, pubblicato postumo nel 1958 da Giorgio Bassani, è l’opera meglio riuscita di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, critico saltuario di letteratura francese e storia. L’autore portò a compimento il romanzo negli ultimi sei mesi di vita, e anche se non lo poté licenziare per le stampe, ottenne dopo la sua morte il successo che la sorte in vita gli negò. Siamo in Sicilia, durante il tramonto del dominio borbonico e il trapasso sabaudo. Nel 1860 dopo lo sbarco di Garibaldi in Sicilia, la classe aristocratica siciliana si rese conto della fine della sua supremazia. Don Fabrizio, appartenente a una delle famiglie più antiche della nobiltà, venne rincuorato dal nipote Tancredi che cercando di volgere gli eventi a proprio vantaggio, pronunciò la famosa frase “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”. Il romanzo non lascia nulla all’intreccio e al romanzesco tipici della narrativa europea ottocentesca, ma è tutto incentrato sulla figura del principe Salinas e sul suo ruolo nell’aristocrazia siciliana che risente dell’incalzare dei tempi nuovi e della nuova richiesta di democrazia popolare. Il connubio tra la nuova borghesia e la declinante aristocrazia è un cambiamento ormai incontrovertibile. “Noi fummo i gattopardi, i leoni: chi ci sostituirà saranno gli sciacalli, le iene; e tutti quanti, gattopardi, leoni, sciacalli e pecore, continueremo a crederci il sale della terra.” (Principe Don Fabrizio di Salina). Con questo romanzo Tomasi di Lampedusa ci offre una immagine della Sicilia vigorosa ma ben conscia dell’avvicendamento storico ineluttabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...