L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

L'amante di Lady Chatterley3La nostra è un’epoca fondamentalmente tragica, anche se ci rifiutiamo di considerarla tale. Il cataclisma c’è stato, siamo tra le rovine, ma cominciamo a ricostruire nuovi piccoli habitat, a riavere nuove piccole speranze. E’ un compito non facile; la strada verso il futuro è piena di ostacoli che dobbiamo aggirare, scavalcare. Si deve continuare a vivere, anche se il cielo ci è piombato addosso. Queste erano le sensazioni di Costance Chatterley. La guerra le aveva fatto crollare il mondo in testa. E lei aveva compreso che imparando si sopravvive. (da l’Amante di Lady Chatterley di David Herbert Lawrence)

Inizia così il più celebre e “scandaloso” romanzo di David Herbert Lawrence, “l’Amante di Lady Chatterley”, che venne fortemente criticato e censurato in patria. Uscito per la prima volta nel 1920, ne venne permessa la diffusione solo nel 1960. L’autore molto critico nei riguardi dell’ipocrisia della società vittoriana, narra una storia di travolgente passione tra Lady Constance Chatterley e il guardiacaccia della tenuta, Oliver Mellors. La vita della protagonista è fortemente condizionata dal gelido marito Sir Clifford, baronetto delle Midlands, che in seguito a una ferita di guerra diviene paraplegico e dunque impotente. La vita scorre isolata nel castello di famiglia fino a quando Connie non incontra Oliver vicino al suo capanno. Da quel momento nella protagonista nascono forti turbamenti che la spingono nelle braccia dell’uomo, dal quale è completamente travolta. La relazione, prima esclusivamente sessuale, si trasforma in qualcosa di molto profondo….. Lawrence, anche se il romanzo risultò criticabile ai tempi per le scene erotiche descritte, riesce a tradurre perfettamente  la lotta di classe degli anni ‘20. Siamo all’indomani della Prima guerra mondiale e dopo la Rivoluzione russa, quando cominciarono a manifestarsi il bolscevismo e il fascismo e la modernizzazione del paese avanzava a scapito dei conservatori. Tutto il romanzo gioca su questo contrasto, sulle due realtà antitetiche che si contrappongono e che portano la protagonista a scegliere tra lo status quo e la liberazione dalle convenzioni sociali nell’ottica della libertà di espressione dei propri sentimenti e delle proprie passioni.

“Le belle idee vengono alle classi superiori, ma i sentimenti la vita vera, bisogna cercarla nella gente del popolo”. (da l’Amante di Lady Chatterley di David Herbert Lawrence)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...